Via-Piave

  1. Eliminazione della ZTL per favorire l’accesso e la mobilità nella zona del centro.
  2. Revisione delle tariffe dei parcheggi urbani, prevedendo la gratuità in caso di acquisti nei negozi del centro.
  3. Grande piano straordinario per tutta l’area di via Piave, sia in termini di sicurezza che di riqualificazione, verifica delle licenze delle attività commerciali, incentivi per l’apertura di attività di prossimità.
  4. Collegamento della stazione con l’Alta Velocità, così da rilanciare il valore immobiliare delle abitazioni e ridurre i tempi di spostamento con il resto d’Italia e d’Europa.
  5. Nascita del distretto della cultura mestrina, con la messa in rete del progetto M9, del Candiani, di Villa Erizzo, della Torre Civica, dei Teatri, delle Biblioteche e degli altri spazi, anche privati, dedicati.
  6. Riqualificare piazzale Donatori di Sangue e le altre piazze degradate del centro, a cominciare dall’emanazione di ordinanze contro i mendicanti di professione, gli accattoni e chi ha scambiato la città per un bivacco a cielo aperto.
  7. Riconvertire le aree dismesse e gli immobili abbandonati per valorizzare, a cominciare dall’area dell’ex ospedale Umberto I.
  8. Azione mirata di manutenzione stradale.
  9. Telecamere di videosorveglianza presidiate costantemente per la prevenzione di atti vandalici e furti nelle abitazioni e l’invio immediato delle squadre pronto intervento.
  10. Rilancio delle attività culturali per far tornare Piazza Ferretto il “salotto di Mestre”.