Il Questore Gagliardi ha elevato i livelli dell’attività di prevenzione e contrasto al crimine diffuso avviando una serie di servizi di controllo straordinari sul territorio cittadino, con particolare riferimento a due obiettivi sensibili come l’area della Stazione Ferroviaria di Mestre e via Piave.

In questo scenario di accresciuti controlli sono state messe in campo le migliori risorse a disposizione della Polizia di Stato.

Le operazioni si sono protratte incessantemente nell’arco di 24 ore tra il martedì 25 e mercoledì 26 luglio e il giovedì 27 e venerdì 28 luglio.

La task force che si compone di uomini in uniforme ed in borghese della Polizia di Stato tra questi investigatori della Questura di Venezia e poliziotti del Commissariato di Mestre con il supporto del Reparto di Prevenzione Crimine di Padova. Non è mancato l’utilizzo della Polizia Scientifica e delle unità cinofile antidroga della Polizia.

L’ operazione di alto impatto che si è svolta nelle giornate di martedì e mercoledì scorso ha portato all’espulsione di 3 cittadini tunisini:

  • uno, C.S. di vent’anni, è stato accompagnato immediatamente al C.P.R. (ex CIE) di Brindisi;

  • due, di trent’anni, sono stati destinatari dell’ordine del Questore di Venezia a lasciare il territorio nazionale entro 7 giorni;

  • un quarto straniero è stato arrestato per l’esecuzione di una sentenza di condanna ad un anno del Tribunale di Padova;

  • sequestro di circa 130 grammi di marijuana.

I controlli di ieri hanno invece portato all’espulsione di 4 cittadini tunisini:

  • due, M.S. e K.M. entrambi di vent’anni, saranno accompagnati nella giornata di oggi presso il C.P.R. di Torino;

  • per M.A. si è ancora in attesa di risposta per l’accompagnamento al CPR

  • N.E. del 1992 è destinatario del Decreto di espulsione del Prefetto e Ordine del Questore di Venezia a lasciare il territorio nazionale entro 7 giorni

  • sequestrati circa 86 grammi di marijuana.

Nell’ambito di quest’operazione oggi alle ore 13:30 circa è stato notificato al titolare del Bar Girasole, di via Aleardi, Mestre il provvedimento di sospensione dell’attività di pubblico esercizio della durata di 7 giorni per motivi di ordine e sicurezza pubblica ai sensi dell’art.100 TULPS.

Il provvedimento del Questore di Venezia fa seguito agli ultimi fatti di violenza avvenuti il 25 luglio scorso nei locali del bar e all’esterno dello stesso.

Fonte: Ufficio Relazioni Esterne – Questura di Venezia