Scuole venezia
HOME  /  NEWS

Edifici scolastici: la giunta approva interventi su tutte le strutture per quasi 1,7 milioni di euro. Brugnaro: “In questi anni abbiamo investito in manutenzioni, in sicurezza e nel decoro di luoghi così importanti per la crescita delle future generazioni”

La giunta comunale, riunitasi nei giorni scorsi in web conference, ha approvato, su proposta dell’assessore ai lavori pubblici Francesca Zaccariotto, un piano di interventi di manutenzione ordinaia e straordinaria delle scuole di tutta la città di Venezia per complessivi 1.695.000 euro suddivisi in quattro delibere.

Le prime due delibere, per un totale di 1,4 milioni, riguardano, rispettivamente, l’approvazione dei progetti definitivi, comprensivi di quelli di fattibilità tecnica ed economica, di interventi di adeguamento nelle scuole delle Isole del Lido, Pellestrina, Murano, Burano e S. Erasmo, la prima, e, la seconda, nelle scuole di Venezia centro storico.

Nello specifico, la prima stanzia 600 mila euro che saranno destinati per consentire di mantenere le strutture funzionali all’insegnamento e rispondenti agli standard previsti dalle normative vigenti. Gli interventi quindi si possono distinguere in tre tipolgie: su guasto, programmati diffusi e programmati puntuali. Per quanto riguarda le prime due tipologie si interverrà su tutti gli edifici nei quali si verificassero rotture oppure andando a revisionare grondaie e pluviali, ridipingendo i refettori e verificando gli apparecchi di illuminazione di emergenza. Per quanto riguarda invece gli interventi programmati puntuali si è già deciso di intervenire alla scuola Vivarini di Murano con la sostituzione dei serramenti, il realizzo di controsoffittature e la ridipintura, alla scuola Galuppi di Cocco a Burano con il restauro dei serramenti lignei cosa che avverrà anche alla Parmeggiani del Lido dove si interverrà anche alla Ca’ Bianca adeguando gli impianti igienico-sanitari e sistemando il viale d’accesso. Infine alla Vivarini di S. Erasmo dove si eseguirà la manutenzione della copertura e dei serramenti.
Con la seconda delibera si interviene invece, per un totale di 800mila euro, sui 43 edifici scolastici del centro storico di Venezia dove, oltre ai lavori di manutenzione ordinaria e su guasto, si interviene puntualmente su 11 istituti: a Cannaregio si interverrà nell’Asilo Nido Comunale Arcobaleno e in quello Glicine dove verranno eseguiti lavori di riipintura e risanamento delle finiture interne, a Castello con lavori di rifacimento delle pendenze del terrazzo, risanamento dell’impermeabilizzazione e della muratura esterna con ridipintura e rifacimenti di pavimentazioni alla scuola dell’Infanzia S. Elena mentre alla primaria Gozzi si procederà con il rifacimento delle pavimentazioni dei corridoi e delle aule ammalorate. Alla Giudecca si interverrà nell’Asilo nido Gabbiano con il rifacimento dell’intonaco nell’aula nanna e alla Primaria Duca d’Aosta con sostituzione infissi, finestre sul lato F.ta de le Scuole. A Santa Croce interverremo alla secondaria Morosini in Palazzo Carminati con il risanamento del cornicione, i poggioli e le balaustre in pietra d’Istria, mentre al Morosini di Palazzo Priuli con il restauro delle porte lignee storiche d’accesso alle aule e alla Primaria Zambelli con la realizzazione di una nuova sovra-copertura degli spogliatoi. Finendo poi con la Primaria B. Canal a San Polo dove si rifaranno i servizi igienici della Palestra e degli insegnanti e con la scuola Primaria D. Alighieri a San Marco con la ridipintura interna dello stabile.

Le altre due delibere per complessivi 295mila euro riguardano invece gli edifici scolastici della terraferma. Con la prima si è approvato il progetto definitivo, comprensivo di quello di fattibilità tecnica ed economica per la manutenzione straordinaria delle scuole della terraferma per un totale di 220 mila euro e la seconda che invece stanzia 75mila euro per l’edificio scolastico Spallanzani di Mestre che ospita la scuola media, lo spazio cuccioli comunale Piccolo Principe e il centro polifunzionale dell’Anfas. Nello specifico si interverrà con un intervento di variazione del distributivo al piano terra al fine di realizzare un’aula informatica per l’attività didattica e di uno spazio dedicato al colloquio insegnanti-genitori. Per questo scopo il progetto prevede la riduzione dell’attuale sala insegnanti posta al piano terra e l’ampliamento verso l’attuale atrio di ingresso, oltre che sul portico di affaccio sul lato sud.

“Dopo l’approvazione nella giunta della settimana scorsa di pacchetto da 350mila euro per l’adeguamento di 11 istituti scolastici al fine di consentire gli adeguamenti necessari all’avvio delle lezioni secondo le vigenti normative di sicurezza per il contrasto del Coronavirus, – commenta il Sindaco Luigi Brugnaro – oggi andiamo ad approvare un ulteriore investimento da 1,7 milioni di euro per rendere le nostre scuole luoghi sempre più accoglienti e fruibili per gli studenti. Un impegno che in questi 5 anni abbiamo portato avanti con molta costanza e lungimiranza. Siamo parti con la sicurezza garantendo a tutti gli edifici l’ottenimento dei Certificati antincendio e abbiamo continuato facendo in modo di garantire sempre e costantemente non solo una manutenzione ordinaria e straordinaria puntuale ma anche una particolare attenzione agli scoperti scolastici con lavori, in corso anche in questi giorni, per poter garantire ai nostri bambini e ragazzi spazi all’aria aperta da poter usare e dove poter stare assieme. La scuola è socialità e insegnamento, il nostro compito è quello di fare di questi luoghi dei posti sempre più sicuri e decorosi. Ci candidiamo per continuare su questa strada”.

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email