maxresdefault
HOME  /  NEWS

La Città metropolitana approva il contributo di 175 euro sull’acquisto dell’abbonamento annuale scolastico per gli studenti del 5 anno

La Città metropolitana di Venezia sconterà l’abbonamento di 175 euro per gli studenti iscritti al 5° anno delle Scuole Superiori di Secondo Grado, per sostenere l’utilizzo di servizi di trasporto ecosostenibili e ridurre l’uso di mezzi motorizzati propri da parte dei neopatentati. Un’iniziativa approvata dal Consiglio metropolitano già il dicembre scorso, che entra in vigore con la firma del decreto firmato dal Sindaco metropolitano e che rientra nell’ambito delle azioni di prevenzione dell’inquinamento e di riduzione dell’impronta di CO2. Il contributo, inoltre, si unisce al voucher ristoro Covid.
Grazie a questi contributi, ad esempio, uno studente residente in Città metropolitana di Venezia, iscritto al quinto anno delle superiori e avente diritto al voucher ristoro covid, potrà caricare sulla sua tessera Venezia Unica un Abbonamento Annuale Studente Rete Unica Urbana gratuitamente o un Abbonamento Annuale Studente Tratta 2 Rete Extraurbana a 80 euro anziché a 370 euro. (info link http://actv.avmspa.it/it/content/avvio-dei-ristori-causa-emergenza-covid-19)

“Questa iniziativa della Città metropolitana va in aiuto alle famiglie degli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori ed è un‘azione concreta che avevamo già approvato in Consiglio metropolitano il dicembre scorso ma che adesso risulterà importantissima per l’economia domestica dei genitori che in questi mesi hanno incontrato difficoltà lavorative e di entrate – spiega il Sindaco metropolitano Luigi Brugnaro – 175 euro in meno da spendere per una famiglia sono un contributo che può contare al fine dell’economia di gestione delle spese se unito anche al ristoro Covid che consentirà di recuperare così i soldi anticipati l’anno scorso per la tessera del bus e mai utilizzati a causa della chiusura delle scuole. Lo sforzo che stiamo facendo verso il mondo della scuola con investimenti economici rimediati dal bilancio per adeguare gli edifici sede degli istituti in rispetto alle norme sanitarie anti covid è enorme. I mezzi delle aziende di trasporto pubblico sulle quali viaggiano i nostri figli sono sanificati quotidianamente, sicuri e con un parco macchine rinnovato. Siamo soli a dover gestire come sindaci questa situazione, ma saremo pronti per il 14 settembre”.
La procedura di richiesta incentivo ed emissione abbonamento prevede che l’incentivo venga erogato, a seconda dell’azienda di trasporto prescelta, in due differenti modalità. La prima riguarda le aziende di trasporto AVM S.p.A., ATVO S.p.A., Arriva Veneto S.r.l.: in questo caso l’abbonamento annuale viene venduto al beneficiario già decurtato dell’importo dell’incentivo. In tal caso, gli interessati dovranno presentare all’azienda una autodichiarazione (sulla base della modulistica messa a disposizione dalla medesima azienda), unitamente a copia del documento di identità in corso di validità, che verrà successivamente inoltrata alla Città metropolitana di Venezia. Per tutte le altre aziende di trasporto operanti sul territorio metropolitano il beneficiario può richiedere il rimborso dell’incentivo compilando un modulo scaricabile dal link del sito ufficiale della Città metropolitana http://albopretorio.cittametropolitana.ve.it/AlboOnline/dettaglioAlbo/45568952;jsessionid=D7402838BD03997CB242600910DDAD8F.cs-adsapp01
Il modulo compilato, unitamente alla copia di un documento di identità e della ricevuta di acquisto dell’abbonamento annuale, deve essere consegnato, a mano, a mezzo posta ordinaria o raccomandata A/R presso l’Ufficio Protocollo della Città metropolitana di Venezia, c/o Centro Servizi, via Forte Marghera 191, 30173 – Venezia, oppure tramite pec all’indirizzo: trasporti.cittametropolitana.ve@pecveneto.it

 

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email