finanziaria sito
HOME  /  NEWS

La giunta approva l’esenzione del pagamento di Cosap e Cimp per il periodo dei tre mesi di lock down per le attività economiche Zuin: una manovra da quasi 1,3 milioni per sostenere la ripresa della Città”

La Giunta Comunale, riunitasi ieri in web conference, ha approvato due delibere riguardanti, rispettivamente, le esenzioni, per tutto il periodo del lock-down disposto per arginare la diffusione del Coronavirus, dei canoni per gli impianti pubblicitari e per gli spazi ed aree pubbliche.

“Nello specifico – spiega l’assessore al Bilancio Michele Zuin – , dopo le modifiche introdotte dal Consiglio Comunale ai rispettivi regolamenti e funzionali alla possibilità introduzione, da parte della Giunta, di esenzioni in materia di COSAP e CIMP a seguito eventi particolari, si è quindi deciso di completare il pacchetto di iniziative a favore delle attività economiche per tali tributi. Così, dopo aver previsto l’esenzione dal canone COSAP per le attività di somministrazione di alimenti e bevande per il periodo marzo/aprile e novembre/dicembre in aggiunta al periodo maggio/ottobre stabilito dallo Stato, abbiamo quindi deciso, con queste delibere, di prevedere un periodo di esenzione di 3 mesi, pari indicativamente al periodo di lock-down, per tutte le altre attività economiche per quanto riguarda la COSAP e il CIMP. Oltre a tale aspetto, che si sostanzia in una riduzione di 1/4 dell’importo annuo dovuto, le delibere in questione introducono anche una ulteriore agevolazione di natura finanziaria prevedendo infatti il posticipo a decorrere dal 31.12 dei termini di versamento. Una manovra dal valore complessivo di 1.250.000 euro se si considera che le esenzioni previste per il COSAP si aggirano sui 750mila euro e i restanti 500mila valgono per il CIMP.
Una ulteriore dimostrazione di attenzione verso quelle attività che si sono trovate in forte difficoltà durante il periodo di emergenza legata alla pandemia e che, – ricorda Zuin – si aggiungono agli altri provvedimenti approvati dalla Giunta come: l’esenzione dal pagamento dei canoni d’affitto per tutte le botteghe e attività commerciali condotte all’interno di spazi comunali e che, durante il periodo di emergenza epidemiologica, hanno dovuto sospendere integralmente l’attività; l’aiuto dato ai cittadini con il rinvio delle scadenze delle imposte comunali, le agevolazioni ai bar e ristoranti sui plateatici, la gratuità per l’intero 2020 alle associazioni concessionarie di uno spazio comunale e gli aiuti alle associazioni e società sportive. Un sostegno straordinario del comune di Venezia finalizzato a sostenere il tessuto economico, sportivo e sociale della Città. Quindi, non solo da parte di questa Amministrazione l’essere riuscita a portare i conti in pareggio nonostante la pandemia, ma dando una mano fattiva a chi si è trovato in difficoltà”.

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email