Giudecca_Ponte_Piccolo_Venezia
HOME  /  NEWS

La Giunta comunale, riunitasi nei giorni scorsi, approva i lavori per la realizzazione di una rampa su Ponte Piccolo alla Giudecca. Zaccariotto: “Un investimento da 200mila euro per continuare nel progetto di eliminazione di barriere architettoniche

La Giunta comunale, riunitasi nei giorni scorsi in web conference, ha approvato, su proposta dell’Assessore ai Lavori Pubblici Francesca Zaccariotto il progetto definitivo, comprensivo di quello di fattibilità tecnica ed economica, per la realizzazione di una rampa sovrapposta al fine di eliminare le barriere architettoniche esistenti sul Ponte Piccolo alla Giudecca. Un intervento finanziato con 200mila euro.

“Il progetto – commenta Zaccariotto – prevede la realizzazione di due rampe per il superamento del dislivello costituito dalla presenza del ponte denominato “Ponte Piccolo” lungo la “Fondamenta Ponte Piccolo” nell’isola della Giudecca. Si tratta di rampe temporanee e rimovibili che rientra in quel piano di attenzione e sostegno a chi soffre di una mobilità ridotta e che ha già visto questa Amministrazione impegnata con la realizzazione di 8 rampe lungo le fondamenta delle Zattere per il superamento di 4 ponti. Con questo spirito e nel pieno rispetto di un’opera costruita in pietra nel lontano 1520 e più volte rimaneggiata, abbiamo deciso di installare la rampa utilizzando una struttura in acciaio con una pendenza pari all’8,5%. Una soluzione progettata, realizzata in prototipo e condivisa con i rappresentanti delle più significative associazioni legate al mondo della disabilità e con la soprintendenza. La versione definitiva vede quindi una struttura con una larghezza di 110 cm per ridurre al massimo l’impatto visivo e l’ingombro delle rampe sui gradini del ponte e sulle fondamenta. Sul lato est, la rampa partirà nel punto più vicino possibile alla riva, mentre sul lato ovest l’attacco si collocherà in una posizione baricentrica alle fondamenta e non costituirà ostacoli relativamente al plateatico esistente. Andremo in questo modo – continua Zaccariotto – a rendere accessibili a tutti il percorso tra la Fondamenta di Sant’Eufemia, dove si trova l’ufficio postale e alcuni esercizi commerciali e ristorativi, oltre alla fermata del mezzo pubblico lagunare e la Fondamenta di Ponte Piccolo/Ponte Longo dove hanno sede una banca e altre attività economiche altrimenti non raggiungibili. Un’opera tanto attesa e che dimostra la grande attenzione dell’Amministrazione comunale a sostegno delle persone con disabilità ma anche delle neomamme che si muovono con i passeggini o delle persone anziane. Un progetto che rientra nel grande piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche che stiamo portando avanti e che, in pieno accordo con la Soprintendenza, vogliamo portare a compimento per fare, anche di una città come Venezia, un luogo accogliente e pronto ad accogliere tutti”.

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email