Impresa-In-Un-Giorno_www.impresainungiorno.gov.it
HOME  /  NEWS

Nuovo procedimento semplificato per le occupazioni di cantiere entro i 30 mq per massimo 5 giorni di occupazione. Battistella: “Un chiaro esempio di burocrazia zero”

Al via da lunedì prossimo, 27 luglio, la nuova modalità semplificata che consentirà ad imprese e soggetti privati di poter occupare un’area pubblica per fini di cantiere a fronte della mera compilazione della specifica modulistica che sarà disponibile nel portale governativo “Impresainungiorno.gov.it” senza attendere il rilascio di un atto concessorio, a fronte del solo preventivo pagamento di una somma forfettaria a titolo di onere COSAP.
Detta nuova modalità è il frutto della collaborazione tra i Settori Commercio e Tributi dell’Amministrazione Comunale che hanno reso possibile la semplificazione tecnica necessaria per rispondere alle necessità di occupazioni brevi sul territorio veneziano sgravando i richiedenti dei tempi necessari per il procedimento ordinario destinato a tipologie di occupazioni più complesse che necessitano di una fase istruttoria maggiormente articolata.

“Fin dal nostro insediamento – ha spiegato il consigliere delegato all’Innovazione e alla Smart City, Luca Battistella – ci siamo impegnati a velocizzare quanto più possibile alcune procedure di presentazione di pratiche, telematizzandole. Procedure ormai consolidate per le attività commerciali, artigianali, turistico-ricettive, industriali e altre ancora, che hanno coinvolto, oltre al Comune di Venezia, anche la Città Metropolitana, l’Azienda ULSS 3, la Soprintendenza SABAP Venezia e Laguna, il Comando Vigili del Fuoco, la Camera di Commercio, l’Agenzia delle Dogane ed altri Enti del territorio. Ad oggi abbiamo ricevuto più di 80.000 pratiche completamente dematerializzate, con risparmio di tempo e spazi di archiviazione. Un impegno che ci eravamo assunti già in campagna elettorale e che, rimboccandoci le maniche, stiamo portando avanti per andare incontro alle esigenze dei cittadini, delle imprese, delle categorie e degli ordini professionali. Con questo ultimo provvedimento, tendiamo alla “burocrazia zero”.

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email